CONSORZIO
ORTOFRUTTICOLO
VALLI DELLE MARCHE

SERVIZI

METEO

Privacy Policy

Home > NEWS > Conto Terzisti
Conto Terzisti
La «Orto» congela la crisi. In 5 anni il fatturato è esploso.

RESTO DEL CARLINO - 17 Aprile 2013

Scarica l'articolo del RESTO DEL CARLINO

IN UN TERRITORIO drammaticamente pieno di aziende in crisi, la O.R.T.O. Verde s.c.a.p.a. spicca per il coraggio e la capacità di investire sulla qualità e di guardare con fiducia al futuro. L’obiettivo primario di questa società senigalliese, leader regionale nel settore dei vegetali surgelati, è proprio quello di puntare esclusivamente su prodotti surgelati di alta qualità, abbandonando la tradizionale lavorazione di cibi in scatola.

La O.R.T.O. Verde vanta ben 329 aziende agricole associate a C.o.val.m. Op (organizzazione di produttori che dispone del 90% del capitale sociale), sulla base di oltre 4.300 ettari coltivati. Dopo aver rilevato le strutture dell’ex SCAC nel 2007, i soci si sono concentrati sulla produzione biologica nella speranza di collaborare con le catene di grande distribuzione e con i servizi di catering nazionali e internazionali. In cinque anni il fatturato di questa azienda è cresciuto dai 3.506.000 euro del 2007 ai 18 del 2012, ma i segnali più incoraggianti arrivano dal tasso di occupazione che la O.R.T.O. Verde riesce tutt’ora a garantire con 145 unità di lavoro totali. «La Regione Marche è all’avanguardia in questo settore industriale, tra Senigallia e Ascoli, infatti, ci sono quattro aziende produttrici di alimenti surgelati che coprono il 50% di tutta la produzione nazionale» dichiara il Presidente di O.R.T.O. Verde Giampaolo Pettinari. «Tutte le nostre produzioni sono tracciate lungo il percorso di filiera e certificate a lotta integrata e biologica e ciò ci ha permesso di espanderci, di farci conoscere su scala nazionale e di realizzare un brand tutto nostro. Dopo un periodo di assestamento e in seguito alla capitalizzazione della società, i soci hanno intuito che era indispensabile guardare al futuro puntando su un mercato diverso e su una riconversione produttiva immediata». «Sfortunatamente molti cittadini non conoscono realtà locali sane e produttive come O.R.T.O. Verde» afferma il sindaco Maurizio Mangialardi: «La situazione economica è difficile per tutte le imprese, per ciò quelle poche eccezioni che riescono ancora a dare speranza ai lavoratori vanno valorizzate al massimo. Per creare un ambiente serio come l’O.R.T.O. Verde bastano poche persone motivate che oltre allo spirito imprenditoriale, curano l’ambiente e il proprio personale».

Nicolò Scocchera