CONSORZIO
ORTOFRUTTICOLO
VALLI DELLE MARCHE

SERVIZI

METEO

Privacy Policy

Home > NEWS > Agricoltori diretti > Vivere Ancona - Covalm Capofila In Un Progetto Per La Valorizzazione Delle Filiere Locali
Vivere Ancona - Covalm Capofila In Un Progetto Per La Valorizzazione Delle Filiere Locali

Un'iniziativa che consente la realizzazione di investimenti volti a migliorare la gestione dell'attività agricola, la lavorazione e commercializzazione degli ortaggi.

da Consorzio Ortofrutticolo Valli delle Marche

Il Consorzio Ortofrutticolo Valli delle Marche (COVALM S.c.a.p.a.) sarà il capofila in un progetto per lo sviluppo delle filiere locali dei prodotti agroalimentari. Un ulteriore passo, quello del Consorzio, verso il potenziamento e la valorizzazione della produzione orticola marchigiana con strumenti finanziari idonei allo sviluppo di un'agricoltura di qualità.

Covalm - organizzazione di produttori con sede a Osimo attiva nel settore della produzione e commercializzazione di ortaggi freschi da destinare alla trasformazione industriale e al mercato del fresco - intende offrire ai propri 291 associati e ai non associati, in particolare, la possibilità di partecipare al bando regionale per le “filiere locali dei prodotti agroalimentari di qualità” per il settore dell’ortofrutta in veste di soggetto promotore, sostenuta da Regione Marche e dalla Comunità europea. Un'iniziativa che consente la realizzazione di investimenti volti a migliorare la gestione dell’attività agricola, la lavorazione e commercializzazione degli ortaggi.

E oltre ai finanziamenti, il Consorzio metterà a disposizione anche un servizio di formazione e di informazione per tutti coloro che parteciperanno al progetto di filiera, a partire dall'informazione sui sistemi di tracciabilità previsti dalle varie normative disciplinari del settore.

La fase di trasformazione e di commercializzazione dei prodotti, infine, verrà svolta dalla partecipata Orto Verde di Senigallia, il più grande polo produttivo nel settore dei vegetali surgelati di tutta la regione (con un fatturato 2009 a 12,2 milioni di euro e un giro d'affari nel 2010 in crescita previsto a quota 14,5 milioni di euro), che si impegnerà a realizzare nuovi investimenti per implementare le proprie linee di lavorazione.